//Mini Mental State Examination (MMSE) – test diagnostici

Mini Mental State Examination (MMSE) – test diagnostici

Cos’è il Mini Mental?

Il Mini Mental State Examination, o semplicemente Mini Mental, è un test neuropsicologico che si utilizza in ambito medico-scientifico per la valutazione dello stato cognitivo di un individuo. Il test consta di una serie di quesiti, tra cui alcuni compiti semplici, che vengono posti all’esaminato.

Il test permette di valutare in pochi minuti (la somministrazione completa richiede tra i 5 e io 10 minuti) diverse funzioni cognitive come l’orientamento, la memoria, l’attenzione, il calcolo, il linguaggio, il disegno, etc.

Il formato originale è stato elaborato nel 1975 dalla PAR (Psychological Assessment Resources) e successivamente ha subito modifiche ed aggiustamenti minori.

Di cosa necessita?

Il test non necessita di particolare materiale oltre a qualche foglio ed una penna.

Come si interpreta il risultato?

Il punteggio massimo raggiungibile è di 30. Qualsiasi punteggio maggiore o uguale a 24 punti indica uno stato cognitivo nella norma. Al di sotto di 24/30 sono indicate differenti categorie di compromissione cognitiva: lieve (da 19 a 23 punti), moderata (da 10 a 18 punti), severa (minore o uguale a 9 punti). Il risultato andrebbe anche corretto in base all’età ed al livello di scolarità del paziente, come indicato in questo studio.

Fonti scientifiche

Un esempio di test (versione 1.0) in lingua italiana può essere visualizzato qui.

Il test aggiornato può essere acquistato a questo link.

Le immagini sono tratte da Google Immagini.